Martedì 
30 settembre 2014
13:47


  Chi siamo

 



Parco Commerciale Grancia: In evoluzione da 20 anni

Il Parco Commerciale Grancia si trova alle porte di Lugano, in prossimità dello svincolo autostradale Lugano sud. Questo posizionamento, la presenza di buone possibilità di parcheggio gratuito e la sua vasta scelta merceologica lo rendono un punto di riferimento per lo shopping nel Canton Ticino. Vent'anni di continua evoluzione hanno portato questo parco commerciale ad offrire un'occasione di shopping estremamente vasta, differenziata ed unica in tutta la Svizzera italiana.


Una realtà commerciale che oggi fa parte delle abitudini dei consumatori ma che sino alla metà degli anni Ottanta era sconosciuta. Infatti, a quei tempi in Ticino i negozi erano concentrati all'interno delle città, dove il cliente era abituato a recarsi per lo shopping. Proprio per questo motivo i tentativi di aprire dei centri commerciali erano allora mal visti sia dai consumatori sia dai dettaglianti.
La situazione era però in evoluzione, ed è così che, a metà degli anni Novanta, è scoppiato il boom dei centri commerciali posti in aree periferiche proprio come il Parco Commerciale Grancia considerato uno dei pionieri di questa evoluzione.
Si è pensato ai grandi spazi commerciali extraurbani allo scopo di ovviare ai sempre più numerosi problemi delle città, congestionate dal traffico, dalla difficoltà di trovare parcheggio e dai sempre più alti canoni d'affitto richiesti ai dettaglianti.



1988 - si venne a sapere che il colosso Ikea era interessato ad insediarsi alle porte di Lugano, in particolar modo nell'area di Grancia. Avendo intuito che l'arrivo di Ikea avrebbe lanciato la zona dal punto di vista commerciale, i fondatori del Parco Commerciale decisero di giocare d'anticipo, così invece di procedere con la costruzione di un ennesimo capannone industriale già in progetto, trovarono un accordo con Jumbo e con quello che ai tempi si chiamava Innovazione Abitare del gruppo Manor. Nacque così quello che oggi è il Grancia 1 (centro nevralgico dell'attuale Parco Commerciale Grancia), un centro commerciale che nel 1988 era una sorta di "cattedrale nel deserto" e che durante i suoi primi anni di vita ha conosciuto non poche difficoltà.



Difficoltà scaturite dal fatto che la consuetudine voleva che gli acquisti del consumatore della regione avvenissero nel centro di Lugano, e si era quindi molto restii nei confronti di un centro commerciale posto in periferia per giunta in una zona piuttosto dimessa e dagli scarsi contenuti architettonici. Ma i dubbi non sorgevano solo ai consumatori, infatti, anche i dettaglianti erano poco propensi a trasferirsi o ad aprire una filiale fuori dal perimetro cittadino e in particolar modo all'interno di una struttura che aveva tutta l’ aria di una scommessa.



Obiettivo dell'amministrazione sin dall'ora fu di offrire alla propria clientela ogni anno dei nuovi ed accattivanti punti vendita creati ad hoc, negozi unici ed esclusivi che potessero fare la differenza rispetto alle altre realtà commerciali della Svizzera italiana.

1990 - per dare più slancio alla complessa iniziativa immobiliare e commerciale viene costituita Errepi SA, acronimo di Radaelli (promotore)  e Pina (fondatore), società al 100% ticinese con una missione estremamente orientata al marketing e quindi molto innovativa per il mercato immobiliare di allora.
Errepi intraprese con entusiasmo la sua difficile opera sondando l'intero panorama del commercio al dettaglio con il fine di convincere realtà più o meno consolidate a condividere questa nuova e promettente sfida. Si trattava di costruire negli anni un nuovo complesso commerciale da 30.000 m² "mattone per mattone " sia in termini letterali e quindi edili sia in termini di soddisfazione dei bisogni della clientela.


Si è proceduto dapprima al consolidamento di Grancia 1, cercando di attirare i grandi gruppi della Svizzera interna. Questo non fu facile poiché significava superare anche barriere linguistiche e culturali, nel senso che questi ultimi, per estendere la loro attività, avrebbero dovuto tradurre completamente la loro comunicazione e riorganizzare la loro logistica. Tale investimento in alcuni casi non è stato supportato da un'adeguata redditività, mentre per altri si è rivelato essere un vero e proprio successo. Citiamo ad esempio catene come Dosenbach, Jumbo o Fust, presenti al Grancia 1 sin dagli albori.



1993 - apre i battenti il centro Lugano Sud, costruito da Ikea, a pochi passi dal Grancia 1 e questo rappresentò un vero e proprio punto di svolta. Consapevoli del fatto di avere accanto un colosso come Ikea e consapevoli anche di non potersi scontrare frontalmente con esso si è pensato ad un nuovo approccio al mercato, concentrandosi principalmente su un'offerta complementare ma unica. Quindi ci si è rivolti a realtà presenti al di fuori della Svizzera potenzialmente interessate ad insediarsi a Grancia.



La scelta, per ovvi motivi linguistici è ricaduta principalmente sul mercato italiano, questo ha consentito alla Errepi di portare delle realtà nuove per il mercato Svizzero, tra i nomi più importanti alcuni ancora presenti e consolidati a Grancia si annoverano Ciao Ciao, La Standa, Coin, Sport Specialist, Iperhouse, Cooky Store, Chateau d’ Ax.


2001 - oltre al mercato italiano si è guardato anche al mercato europeo, un grande successo é stato l'insediamento del colosso francese Conforama, azienda leader nel settore dell'arredamento, di certo uno dei principali concorrenti di Ikea e parte dello stesso gruppo che possiede Le Galerie Lafayette..



2005 - Migros, il leader del commercio alimentare in Svizzera, uno dei principali obiettivi di Errepi sin dall'inizio, ha finalmente aperto un suo supermercato nel Parco Commerciale Grancia assicurando così una dinamica piattaforma alimentare all'interno del Parco. La stessa è complimentata dal leader svizzero del discount Denner, e dalla catena Otto's con i suoi esuberi di produzione a prezzi interessantissimi.
 
 

Le numerose "esclusive" che caratterizzano il Parco Commerciale danno sostanza al leitmotiv della comunicazione del parco "Solo da Noi".Si vuole trasmettere il messaggio che il Parco Commerciale Grancia non è il solito centro commerciale svizzero dal mix standardizzato. Esso offre una scelta di negozi possibilmente unici nella Svizzera italiana complementata da grandi leader del settore.


Attualmente i negozi che occupano il Parco Commerciale sono circa quaranta su 35.000 m² di superficie di vendita. Essi spaziano dall'arredamento al fai-da-te, dai prodotti per animali all'abbigliamento, dai generi alimentari alla bellezza e allo sport.


La grande forza del Parco Commerciale Grancia sta nel dare la possibilità alla propria clientela di fare un acquisto ragionato, confrontando una vasta gamma d'opportunità, su una superficie ampia ma circoscritta, e questo sia che si tratti d'arredamento, elettrodomestici, elettronica, fai da te o abbigliamento.
Una ricchezza impensabile per il Ticino di soli venti anni fa. In effetti, oggigiorno il centro commerciale oltre ad essere un luogo dove recarsi per fare shopping, rappresenta un luogo dove poter passare il tempo, dove poter abbandonare lo stress del lavoro e della vita giornaliera e dedicarsi con tutta calma e tranquillità a se stessi.
Proprio per raggiungere questo scopo il mix di negozi è completato da numerosi servizi, al Parco Commerciale Grancia sono, infatti, presenti una banca, un ufficio postale, una farmacia, un parrucchiere, un centro fitness, e un’agenzia di viaggi, un asilo nido e pre-asilo e tre ristoranti più uno snack bar. Un'offerta che nel suo insieme rende il Parco Commerciale Grancia un "centro per le famiglie" nel vero senso della parola.